Chi sono

Mi chiamo Anna, ho 43 anni, una figlia dodicenne che mi sfida tutti i giorni per mantenermi giovane e un compagno che mi sostiene nei vari tornanti della vita.

Cambiare è sempre stata una costante della mia vita.

Una figlia, una convivenza, il salto da dipendente a freelance: non mi sono fatta mancare nulla in quell’anno e mezzo tra il 2006 e il 2008, dove, d’un tratto, sono saltati gli equilibri che avevano sostenuto la mia bilancia per oltre trent’anni.

Riscoprire la danza, dopo lunghi pellegrinaggi tra una palestra e l’altra, mi ha regalato una nuova armonia tra mente e corpo, dove ho imparato a giudicarmi di meno e a vivere gli ‘errori’ per quello che sono: esperienze di vita.

Sono poi andata alla ricerca di compagni di viaggio, che mi aiutassero a tenermi motivata e a conquistare una chiarezza sempre maggiore.

I training con lo staff di David Rock sulla neuroleadership e con Michael Margolis sullo storytelling mi hanno fatto percepire le potenzialità della mente umana quando lavora assieme a cuore, testa, spirito.

Marie Forleo e la sua BSchool mi hanno spalancato gli occhi su un mondo dell’imprenditoria che fino a un decennio fa nemmeno esisteva, e che ora può contribuire a rendere la vita delle persone migliore a livello globale.

vita-vera-1

Quella fase di grande cambiamento mi aveva portato a sbarazzarmi di quanto sentivo non funzionava più per la persona che volevo diventare.

Il mondo della moda, che avevo conosciuto per lavoro, mi aveva lasciato un grande vuoto dentro e avevo capito che quella bellezza patinata era l’opposto della felicità e del nuovo benessere che stavo cercando.

Così, sono partita alla scoperta della consulenza d’immagine e di tutto quello che può fare di buono (e di bello) per noi: per imparare che non dobbiamo nascondere nulla ma solo tirare fuori, per accorgerci che immagine non è il contrario di sostanza, ma una porta d’accesso a quanto c’è di più vero in noi.

In tutti i sali scendi che ho vissuto, una cosa credo di averla capita: il cambiamento non è difficile. E’ incerto, confuso, a volte fa paura, ma di sicuro abbiamo dentro di noi tutto ciò che serve per navigare in acque sconosciute e approdare, sane e salve, al nuovo porto.

Oggi, oltre a continuare il mio lavoro di scrittura e storytelling per le aziende, mi occupo di immagine e stile per le donne che stanno vivendo un cambiamento importante nella loro vita, e che vogliono essere accompagnate in un percorso che le aiuti a vedere realizzata, in tutta la sua bellezza, la nuova SE’.

“Hai già tutto ciò che ti serve
per raggiungere la VITA VERA che senti di meritare”.

LA VERITA’?
Non passo tutto il tempo a cambiare me stessa e gli altri!

Ecco altre cose su di me, in ordine sparso.

Sono bravissima a fare il tiramisù. Quando le amiche di mia figlia me lo hanno richiesto per il compleanno, ho capito che avevo fatto centro.

Ho una dipendenza conclamata da Londra e da tutto ciò che porta il marchio Made in the UK: farmi la birretta al pub assieme ai lavoratori, ascoltare ogni minuto gli aggiornamenti del meteo e lasciare a casa l’ombrello, rispettare la fila senza sentirmi stupida.

Una gonna arancione è stato l’incubo dei miei primi di anni di scuola. Quando mia madre me la preparava sulla sedia la mattina, non c’erano ragioni, quello sarebbe stato il ‘look’ del giorno. Risultato: ho eliminato l’arancione dalla mia vita, e, adesso che conosco bene i miei colori-amici, so che è stata la decisione migliore.